News

Giorno per giorno le notizie e gli aggiornamenti in primo piano dal mondo del gaming.




Anche quest’anno a Cassano si è svolta la 4° edizione del Concorso del Coordinamento contro il gioco d’azzardo.

I ragazzi e gli insegnanti si sono impegnati a produrre dei messaggi di sensibilizzazione sui danni del gioco d’azzardo passivo non dal punto di vista del giocatore ma delle vittime dell’azzardo.

E’ stato un evento grandioso che ha visto la partecipazione dell’Amministrazione comunale al teatro Auditorio della città stracolmo di studenti, insegnanti, genitori e dirigenti scolastici.

Otre alla premiazione dei migliori elaborati, sono stati omaggiati tutti con una maglietta che riporta lo slogan prodotto nel concorso dell’anno scorso.

C’è stata anche una sorpresa di Enzo Emmanuello che ha portato la sua testimonianza personale e la sua rabbia nei confronti di uno Stato che spreme con l’azzardo i suoi cittadini provocando numerosi disagi.

Enzo ha invitato tutti i ragazzi a stare alla larga dal gioco d’azzardo perché molto pericoloso.


Il 19 Aprile, a Roma, ci sarà un convegno organizzato da Agcai , con la partecipazione del sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta.

Sono state invitate anche alcune associazioni di settore con l’obiettivo di preparare un documento comune da discutere con il sottosegretario.

Potranno partecipare anche tutti gli operatori di settore per cercare di costruire un dialogo che porti ad una riforma che tuteli tutti gli interessi comuni.


Il regolamento approvato all’unanimità dal consiglio comunale prevede che le nuove imprese che si apriranno a Montelepre, in provincia di Palermo, saranno esentate dal pagamento delle tasse comunali (tari, imu, occupazione del suolo pubblico e pubblicità).

L’agevolazione fino ad un massimo di 1000 Euro potrà essere richiesta per il secondo anno se l’impresa è a conduzione femminile o se si assumeranno uno o più dipendenti.

La proposta prevede l’esclusione dalle agevolazioni di tutte quelle attività che installeranno video poker, slot e in generale centri scommesse.

 


I numerosi arresti e sequestri effettuati in questi ultimi tempi hanno dimostrato come le organizzazioni mafiose hanno messo mani sul gioco d’azzardo.

Lo si legge in una nota di Ignazio Messina, segretario nazionale dell’Italia dei Valori, il quale afferma che lo Stato deve smettere di lucrare una misera tassa sulla disperazione e dovrebbe vietare il gioco d’azzardo come espresso nella proposta di legge di iniziativa popolare promossa da IdV.


Uno dei giochi più allarmanti in Italia è rappresentato dai VLT (Video Lottery Terminal) che riguardo al funzionamento delle vincite e delle perdite risulta essere più aggressivo delle slot.

Per il Senatore Vacciano si potrebbe vietare l’inserimento nelle VLT delle banconote da 500 €.

Si dovrebbero anche prendere dei provvedimenti su alcuni aspetti come la mancanza di certificazione di SOGEI.


A novembre scorso, in 100 tabaccherie del Comune di Genova, i cittadini hanno risposto e firmato un sondaggio per la libertà propria di scegliere, giocare e pensare contro le restrizioni comunali.

Dal sondaggio è emersa la preoccupazione dei cittadini sulla possibile chiusura di esercizi commerciali e tabaccai con la conseguente perdita di numerosi posti di lavoro.

“Non è vietando il gioco che si contrasta la ludopatia”– ha sottolineato Giorgio Pastorino, presidente STS.


La Regione Lombardia continua la sua lotta per combattere il gioco d’azzardo e i sindaci lombardi hanno tempo fino al 14 aprile per partecipare al nuovo Bando che mette a disposizione altri due milioni di euro.

Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del Suolo e Città metropolitana, chiede ai sindaci di mettere in atto tutti gli strumenti in loro possesso per frenare il fenomeno.

“Mi auguro quindi che ancora una volta la risposta dei Comuni lombardi e dello straordinario mondo del volontariato, delle scuole, delle parrocchie e dell’associazionismo sia all’altezza di una Regione che ha dimostrato nei fatti di combattere la ludopatia con tutti i mezzi consentiti”- ha dichiarato l’assessore.