Gioco Responsabile


L’Associazione Italiana dei Consumatori e degli Operatori del Gioco si propone di rappresentare i fruitori del prodotto gioco e gli operatori coinvolti nel grande business del gambling e nel contempo offrire servizi necessari a ricondurre il gioco a quella dimensione puramente ludica, perché finalizzata allo svago o al diletto di chi si approccia, che purtroppo per motivi di profitto è stata dimenticata.

Il gioco, nonostante le critiche sul piano etico e le preoccupazioni sul piano sociale, resta un fenomeno radicato nella storia e nella cultura della nostra società sul quale si concentrano le attenzioni e le speranze di milioni di persone.

È pertanto doveroso che enti, associazioni, le industrie e le istituzioni lavorino per garantire il soddisfacimento dei diritti e interessi degli operatori di settore nonché per tutelare adeguatamente le fasce deboli del comparto: i minori e i consumatori. Occorre d’altronde, al tal fine, che i consumatori diano il proprio contributo, in termini di adesione, a quel concetto di gioco descritto in premessa.

Gioca senza esagerare
Il giocatore è responsabile se correttamente informato ma per prevenire che il gioco divenga patologia è necessario che il consumatore abbia contezza delle conseguenze che possono derivare dalla mancanza di autocontrollo sul prodotto gioco.

Il profilo del giocatore dipendente


  • È eccessivamente assorbito dal gioco
  • Perde la cognizione del tempo mentre gioca
  • Non smette di giocare quando sta vincendo, ma continua invece fino a quando non perde i soldi di cui dispone
  • È irrequieto o irritabile
  • Ha perso interesse in altre attività e nella compagnia degli amici
  • Mente per occultare l’entità del proprio coinvolgimento nel gioco
  • Gioca per sfuggire ai problemi e per alleviare un umore disforico (colpa, ansia o depressione)
  • Ha messo a repentaglio o perso una relazione significativa o il lavoro per il gioco
  • È convinto che farà grandi vincite
  • Non accetta la realtà
Fatte queste premesse, l’ACOGI si propone di guidare i propri associati e utenti interessati in un percorso di formazione consapevole e responsabile perché supportata da corrette e obiettive informazioni.

Nel rispetto dei principi statutari, infatti, l’associazione istituisce e coordina corsi di formazione, stage, convegni ed ogni altra attività diretta alla divulgazione di dati e informazioni necessarie a garantire:

  1. Protezione dei consumatori con particolare attenzione alla tutela dei minori
  2. Prevenzione delle patologie legate al gioco
  3. Contrasto alla criminalità e attenzione all’impatto sociale del gioco.

L’associazione vanta nel proprio curriculum il progetto 2012 Be Smart Play Safe realizzato con il patrocinio dei Comuni aderenti nonché un progetto di recentissima elaborazione che consta di tre fasi:

Costituzione del Tavolo Tecnico ACOGI

Un comitato scientifico all’interno dell’associazione composto da professionisti e rappresentanti del settore gioco in Italia che interagiranno con le istituzioni in rappresentanza degli interessi dell’industria e degli operatori di settore di fronte al legislatore

Organizzazione di un Convegno Nazionale

Che sia un’occasione di confronto per raccogliere dagli operatori consensi, dubbi e problematiche avvertite in un momento delicato e particolare come quello attuale