Basilicata: M5S contro il gioco d'azzardo patologico


6 ottobre 2016 | Attualità
segnaposto

La lotta contro il gioco d'azzardo patologico è di vitale importanza per il M5S e lo dimostra il grande contributo fornito dagli stessi esponenti: dalla rimodulazione dell'Irap per chi non installa le macchinette mangiasoldi all'inserimento del divieto assoluto ai minori di 18 anni delle "Ticket Redemption".

In Basilicata la Lobby del gioco d'azzardo legalizzato ha lavorato tanto per alleggerire alcune norme emanate sul territorio nazionale (eliminazione delle slot solo nei ristoranti, alberghi ed esercizi commerciali).

E' molto importante quindi che la regione si impegni per garantire l'autonomia della normativa e regolamentare gli enti territoriali nonchè vigilare su quanto stabilito in materia di limiti e distanze dei punti gioco dai c.d. luoghi sensibili.

Molti consiglieri affrontano il tema della ludopatia con molta leggerezza infatti per Bradascio, il problema sarebbe solo il gioco d'azzardo via internet.

Ma così non è in quanto i dati che giungono dai Ser.D sono veramente allarmanti: la dipendenza dal gioco è in continuo aumento.

Gli esponenti del M5S hanno dichiarato che continueranno a lottare per contrastare questa dipendenza e vigileranno sui fondi che il Ministero della salute ha stanziato alla Regione Basilicata, pari ad € 470 mila.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits