Calcio e stadi: il decreto Alfano in Gazzetta Ufficiale


25 agosto 2014 | Attualità
segnaposto

Il Consiglio dei ministri ha approvato all'inizio di agosto il nuovo decreto antiviolenza per gli stadi, stringendo di fatto la disciplina sulla durata del Daspo e inasprendo le regole relative ai comportamenti dei tifosi allo stadio e per le frodi sportive. Il decreto Alfano, dal Ministro degli Interni che ne è stato il promotore, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.  Tra le novità più rilevanti segnaliamo l'allungamento fino a 8 anni della durata del daspo individuale, estensione dell'applicabilità del divieto di accesso alle manifestazioni sportive ad una serie più ampia di reati, daspo "di gruppo" fino a tre anni, potere per il ministro dell'Interno di vietare le trasferte ad una tifoseria fino a due stagioni sportive, arresto differito esteso a 48 ore, obbligo di firma e sorveglianza speciale per i recidivi.  Nel decreto Alfano, inoltre, vengono inasprite le sanzioni penali contro le frodi sportive, punite con la reclusione fino a sei anni e fino a nove nei casi in cui la "combine" alteri i risultati del concorso pronostici e delle scommesse sportive. Ciò renderà possibile attivare anche intercettazioni telefoniche. Vengono elevate anche le pene pecuniarie per gli stessi casi di illecito sportivo.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits