Commissione Finanze: resta una proposta la tessera del giocatore.


13 aprile 2016 | Attualità
segnaposto

Ancora un nulla di fatto in Commissione Finanze alla Camera. Sono passati 2 mesi dal disegno di legge recante disposizioni per l'introduzione dell'obbligo di identificazione per la partecipazione ai giochi con vincite in denaro ma la proposta non ha ancora intrapreso il consueto iter parlamentare.  La finalità del provvedimento è tracciare il flusso della giocata del giocatore e vincite e intervenire, qualora necessario, con azioni di prevenzione e contrasto del riciclaggio e ludopatia. Lo strumento prescelto è la tessera sanitaria la cui presentazione o utilizzo dovrebbe divenire condizione necessaria per l'accedere alle scommesse, a quota fissa e a totalizzazione, su eventi sportivi, anche simulati, inclusi quelli relativi alle corse dei cavalli, nonché su altri eventi, anche simulati, ai giochi di ippica nazionale, al bingo, ai giochi numerici a quota fissa, ai giochi numerici a totalizzazione nazionale, ai concorsi pronostici sportivi, inclusi quelli ippici, alle lotterie ad estrazione istantanea e differita.

Anche i giochi a distanza e le slot machines dovranno dotarsi di un apposito sistema di accettazione e tracciabilita'.

La violazione dei criteri enunciati comporteranno l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 5 mila a 50 mila euro ed in caso di recidiva sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da 10 mila a 100 mila euro, nonché il sequestro dell'apparecchio o del videoterminale.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits