Finalmente il gioco patologico nei Lea. Sarà vero?


2 febbraio 2015 | Attualità
segnaposto

Sono consistenti le novità presenti nel piano per i Lea (Livelli essenziali di assistenza forniti dal Sistema Sanitario Nazionale) che nei giorni il ministro della Salute Beatrice Lorenzin presenterà agli assessori regionali. E la novità consistente è che sarà introdotta nei Lea anche la ludopatia. Per le nuove prestazioni, secondo quanto riporta Il Velino, è previsto un aumento delle disponibilità pari a circa 470 milioni di euro. Un passaggio necessario la fine di arrivare all’approvazione di nuove prestazioni e servizi che il Servizio sanitario nazionale deve fornire gratuitamente o dietro pagamento del ticket a tutti i cittadini attraverso le risorse pubbliche. “Il documento c’è già”, ha dichiarato Vito De Filippo, sottosegretario alla Salute. “Il gioco d’azzardo patologico è stato inserito nella sezione dei Lea dedicate alle dipendenze”, ha precisato. “Sono elencate tutte quelle prestazioni che riguardano le dipendenze per il gioco d’azzardo patologico”.

“Che il gioco d’azzardo patologico rientrasse nei Lea era previsto già sia dalla Balduzzi che dalla Stabiltà”, ha dichiarato ancora il sottosegretario. “Si tratta di una conferma della linea che il governo e il parlamento avevano assunto in precedenti normative”.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits