• Home
  • News
  • Attualità
  • Fisco: per le Commissioni Tributarie i CTD devono pagare l'imposta unica

Fisco: per le Commissioni Tributarie i CTD devono pagare l'imposta unica


26 novembre 2013 | Attualità
segnaposto

Dopo altre pronunce dello stesso tono, la Commissione Tributaria di Napoli si è espressa a favore del pagamento dell'imposta unica sulle scommesse nei confronti di un centro collegato a Stanley. Altre commissioni tributarie erano giunte alla medesima conclusione: Como, Brescia, Bergamo e Cagliari infatti hanno negli ultimi mesi espresso il proprio parere sulla vicenda. I centri vengono multati da Aams per omesso versamento dell'imposta unica sulla raccolta di gioco e il ricorso da parte del centro porta la controversia presso le commissioni tributarie. La pronuncia di Napoli tuttavia è di tono diverso. C'è prima di tutto il riconoscimento che il pagamento dell'imposta è stato fissato anche per i centri collegati agli operatori esteri dalla Legge di Stabilità del 2011 e quindi non può essere richiesto per i periodi precedenti. Ma non è tutto perché i giudici tributari sono stati particolarmente cauti per l'incertezza in cui il quadro normativo versa. Per questo motivo, pur sottolineando che è necessario che anche i centri dei bookmaker esteri versino l'imposta sulla raccolta, hanno dimezzato la multa dei Monopoli di Stato, chiedendo al centro Stanley in questione il pagamento di metà della sanzione.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits