• Home
  • News
  • Attualità
  • Gioco patologico: rapina una farmacia per giocare alle videolottery

Gioco patologico: rapina una farmacia per giocare alle videolottery


7 agosto 2014 | Attualità
segnaposto

Ha rapinato una farmacia a Busto Arsizio (Varese), utilizzando poi il bottino, circa 2.500 euro, per giocare alle videolottery.

L'uomo, un 35enne milanese, è stato fermato dalla polizia a Rimini. Gli agenti del commissariato di Busto Arsizio lo hanno rintracciato in un albergo della località balneare, dove si era rifugiato in seguito alla rapina. Secondo l'accusa, lo scorso 2 agosto l'uomo era entrato in una farmacia armato di forbici, e aveva costretto una dipendente a consegnare l'incasso.

È sospettato di aver commesso altre tre rapine, tra il 2013 e il 2014, a Legnano, Cassano Magnago e Busto Arsizio. Gli agenti hanno accertato che il bottino dell'ultimo colpo, come ha ammesso il 35enne, è stato speso per giocare in alcune sale slot.

L'episodio purtroppo non è nuovo alla cronaca: molto spesso ci troviamo di fronte a notizie del genere, notizie di conflitti familiari dovuti alla richiesta di soldi per il gioco, o fatti di "piccola" criminalità finalizzata a reperire denaro da spendere al gioco. Serve informazione ma quando la malattia è conclamata serve anche cura. Il fatto che la ludopatia non sia stata ancora inserita nei Lea per mancanza di copertura economica è grave e smentisce l'interesse conclamato della politica verso chi davvero si è ammalato di gioco patologico.

 


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits