Gioco Toscana: 1.400 pazienti in cura


27 gennaio 2017 | Attualità
segnaposto

A Firenze si è svolta la prima seduta dell’Osservatorio regionale della Toscana a cui hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni, delle associazioni, aziende sanitarie e i membri della Giunta e del Consiglio Regionale.

In Toscana si lavora per contrastare il fenomeno del GAP monitorando il fenomeno con l’analisi e la raccolta dei dati, al fine di attivare progetti di informazione e prevenzione sui rischi legati ad esso.

Sul trattamento della dipendenza esiste un numero verde per il primo ascolto, mentre per contrastare la diffusione del fenomeno c’è ancora molto da fare.

La cifra che gli italiani nel 2016 hanno speso per il gioco d’azzardo risulta essere in aumento e questo rappresenta una minaccia sia sociale che sanitaria.

Sono 1.400 in Toscana i pazienti in trattamento e il numero riguarda soprattutto i soggetti con basso reddito e a rischio di emarginazione.

-L’azzardo non è un gioco, ma un comportamento a rischio, che danneggia tutti, anche chi non gioca. E che vincere non è affatto facile, è molto più facile rischiare di bruciare i propri soldi e la propria vita-. Questo è il messaggio lanciato da Serena Spinelli, presidente dell’Osservatorio.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits