Gli sportivi sono più inclini a sviluppare dipendenze da gioco?


9 dicembre 2014 | Attualità
segnaposto

Calciatori professionisti e giocatori di cricket hanno tre volte più probabilità di sviluppare un problema di dipendenza da gioco rispetto ad altri giovani. La propensione è maggiore se il reddito è più basso. A rivelarlo una ricerca pubblicata nel Regno Unito.

Lo studio sul gioco ha coinvolto sportivi professionisti ed è stato promosso dalla Federazione dei calciatori professionisti (PPF) di Edgbaston.

La ricerca ha mostrato che il 6,1% degli sportivi sarebbe classificato come "giocatori problematico" rispetto al 1,9% dei giovani maschi nella popolazione generale.

È inoltre emerso che solo un quarto di sportivi ha ricevuto l'adeguata formazione per un approccio responsabile al gioco. Il presidente della PPF, Brendon Batson ha descritto i risultati della ricerca come "preoccupanti", e ha sostenuto l'urgenza di abbattere la stigmatizzazione dello sport come traino verso i problemi di gioco: «Abbiamo bisogno - ha dichiarato - di lavorare insieme per ampliare e migliorare le buone pratiche e di impegnarci in materia di istruzione e di trattamento per problemi di gioco».

La ricerca si è basata su questionari riservati somministrati a 170 calciatori professionisti e 176 giocatori di cricket professionali. Nel 2013, la clinica di riabilitazione Sporting Chance aveva fatto sapere che alcuni calciatori stavano prendendo prestiti o anticipi sugli stipendi per finanziare i debiti che avevano per il gioco.

L'ex ala del Tottenham e dello Stoke Matthew Etherington è stato aiutato da Sporting Chance dopo aver perso 1,5 milioni di sterline al gioco su levrieri, corse di cavalli e poker.

Keith Gillespie, ex ala nell'Irlanda del Nord, Newcastle e Manchester United ala, ha ammesso di aver perso 47mila sterline in un pomeriggio.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits