• Home
  • News
  • Attualità
  • La Commissione di Vigilanza Rai chiede restrizioni alla pubblicità sul gioco

La Commissione di Vigilanza Rai chiede restrizioni alla pubblicità sul gioco


25 marzo 2014 | Attualità
segnaposto

Tra i passaggi dell'art. 14 della Delega Fiscale il capitolo pubblicità non è affatto scontato.
La settimana scorsa, la Commissione di Vigilanza della Rai, esaminando il contratto tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Rai per il periodo in corso ha invocato l'abolizione di qualsiasi tipo di pubblicità sul gioco nelle fasce orarie in cui è possibile la presenza di minori davanti allo schermo.
Per tutelare maggiormente questa forbice oraria, inoltre, ha chiesto di estendere la limitazione alle fasce orarie precedenti e successive. Si tratta di una regola già in vigore per gli alcolici. Una presa di posizione importante da parte della Commissione di Vigilanza che vuole essenzialmente evitare che i minori possano esporsi a pubblicità per cui l'età potrebbe non dare contezza esatta dei rischi che si incorrono.
Una stretta sulla pubblicità, poi, è prevista dalla Delega Fiscale che, sicuramente, con i decreti attuativi, riuscirà a porre dei paletti certi anche per questo tipo di attività che, tra cartellonistica stradale e messaggi televisivi, rischia di colpire chiunque, anche le fasce della popolazione più incline al gioco patologico.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits