Scommesse: se il bookmaker sbaglia quota la vincita è valida


16 ottobre 2013 | Attualità
segnaposto

Il rischio di impresa e la possibilità che un errore umano sia la causa di una debacle per il banco: il mestiere del bookmaker è anche questo e in alcuni casi la tecnologia può farci davvero poco. Anche l’Ente Regolatore nell’ultimo periodo ha rafforzato questo concetto sostenendo che se l’operatore sbaglia la quota, per qualsiasi motivo e anche nel caso in cui la quota offerta sia troppo alta a causa di un errore umano nella digitazione della cifra, è tenuto a pagare agli scommettitori le vincite scaturite.
L’intervento dei Monopoli di Stato su questa materia è stato provocato da numerose segnalazioni da parte di scommettitori a cui non sono state pagate vincite ottenute grazie a quote palesemente errate, e a comunicazioni da parte degli operatori che hanno reso noto all’Agenzia l’intenzione di non rendere quanto dovuto agli scommettitori considerati “furbetti” per aver approfittato di una quota particolarmente appetibile.
Molto spesso, nella gestione di un business così importante e delicato come quello delle scommesse e sotto l’egida di un regolatore statale, gli operatori dimenticano che il rischio fa parte del business e che è importante prevedere che un qualsiasi intoppo possa aprire una falla di difficile gestione ma su cui è quasi impossibile la contrattazione almeno dal punto di vista del rapporto con i clienti-scommettitori. E’ chiaro quindi che è giusto che le vincite siano pagate anche in caso di quota sbagliata ed è importante per i giocatori poter ricorrere nel caso in cui non riescano a vedere riconosciuto un diritto acquisito con l’emissione della ricevuta di gioco.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits