Sindaci denunciati dai tabaccai


14 novembre 2016 | Attualità
segnaposto

I tabaccai denunciano alla Corte dei Conti i sindaci che hanno emesso le ordinanze per limitare il gioco d'azzardo. Il primo esposto-denuncia sta partendo in queste ore contro il sindaco di Bergamo Giorgio Gori (Pd), che ha emanato un’ordinanza «per contrastare fenomeni patologici connessi al gioco compulsivo».

L'ordinanza di Gori è analoga a molte emanate dai Comuni negli ultimi quattro anni, ma è la prima che attacca anche scommesse sportive e «gratta e vinci», rendendo Bergamo l’unica città italiana dove il gioco d’azzardo è completamente vietato in alcune ore.

Altre denunce sono in preparazione in Toscana, Piemonte e Veneto. Nel mirino degli esercenti anche la sindaca di Roma Virginia Raggi, che la scorsa settimana ha annunciato di limitare numero e orari delle sale giochi e di vietarle nel centro storico.

La rabbia dei tabaccai  parte dal fatto che dopo l'ordinanza di Gori le giocate sono calate tantissimo.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits