Studio dei pediatri italiani: gioca un minore su cinque


15 maggio 2014 | Attualità
segnaposto

Almeno 800.000 bambini e adolescenti italiani fra i 10 e i 17 anni giocano d'azzardo, praticamente il 20%, uno su 5. Circa 400.000 bimbi fra i 7 e i 9 anni hanno già scommesso la paghetta settimanale su lotterie, scommesse sportive e bingo. Lo fanno probabilmente per divertimento, per avere un'emozione o per arrotondare la paghetta settimanale: il vizio del gioco si insinua fra i giovanissimi mentre  gli adulti nascondono la testa sotto la sabbia.

Sono i risultati emersi dall'indagine nazionale sul gioco d'azzardo nei minori, promossa dalla Società Italiana Medici Pediatri e dall'Osservatorio Nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza.

Secondo lo studio, presentato durante l'International Pediatric Congress on Environment, Nutrition and Skin Diseases, il 75% dei genitori, se scoprisse che il proprio figlio gioca, riterrebbe necessario intervenire. Eppure il 90%, in base ai quanto dichiara il campione costituito da 1000 genitori, non conosce neppure il termine ludopatia e il 70% non ha mai parlato del tema  gioco patologico in famiglia.

Il rischio, però, non viene solo da videolottery e sale da bingo, in realtà il primo amo per adescare i minori può essere un semplice computer o tablet domestico, visto che oltre la metà dei genitori, ben il 51,3%, non usa nessun filtro e nessuna limitazione per evitare che i propri figli si imbattano su siti internet pericolosi.

Con l'intenzione di aumentare la consapevolezza sul rischio ludopatie nei giovani, nasce quindi la campagna dei pediatri "Ragazzi in gioco", mirata a organizzare corsi dedicati agli studenti nelle scuole e ai pediatri.


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits