• Home
  • News
  • Attualità
  • Tribunale di Benevento. Importanti motivazioni assolutorie per centri Goldbet

Tribunale di Benevento. Importanti motivazioni assolutorie per centri Goldbet


26 settembre 2016 | Attualità
segnaposto

L' avv. Marco Ripamonti esprime grande soddisfazione per i risultati ottenuti in favore degli

operatori collegati al noto allibratore austriaco.

Innovativa e quantomai conferente al percorso giurisprudenziale che ormai si conferma un procedimento dopo l'altro, si presenta oggi la motivazione resa nota dal Tribunale campano relativa alla pronuncia assolutoria depositata in data 09.06.2016.

Diversi sono gli argomenti oggetto di disamina normativa perché considerati rilevanti dall'organo giudicante e posti a sostegno delle motivazioni dalla duplice discriminazione subita dalla Società Goldbet sia dal Bando Bersani che dal Bando Monti all'ulteriore profilo discriminatorio confermato con la Sentenza Laezza  dalla Corte di Giustizia Europea.

La difesa ha inoltre sottolineato come l'intervenuta regolarizzazione della rete abbia reso di fatto la Società un vero e proprio concessionario motivo per il quale secondo il Tribunale nessun pericolo per l'Ordine pubblico possa ritenersi sussistente anche a fronte di un fatto risalente al 2014.

Il Tribunale ha affermato come la prescrizione dell'art.88 tulps appaia "quanto mai anacronistica alla luce dei risalenti e consolidati principi di libera circolazione di merci, servizi e capitali, vigenti all'interno del panorama normativo europeo".

Un richiamo è' stato fatto anche al Trattato di Roma del 1957 e alla giurisprudenza della Corte CE, nocche' alla Sentenza Placanica ed il principio ivi contemplato circa la incompatibilità di ragioni erariali ad impedire la libera esplicazione dei principi di libero stabilimento e libera prestazione dei servizi in un settore dove lo Stato membro persegua, peraltro, una forte politica di espansione dei giochi e delle scommesse. L'avv. Marco Ripamonti ha così dichiarato: "Una Sentenza importante, resa da un Tribunale di una Regione ad alta densita' di raccolta scommesse, che riconosce una duplice discriminazione subita da un operatore europeo, nonchè un percorso dal medesimo svolto con coerenza finalizzato alla tutela dell'Ordine pubblico ed al rispetto delle regole".


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits