Legge Delega 2016


23 novembre 2015 | Redazione
Legge Delega 2016

Dopo il fallimento della Legge Delega 2015, la proposta presentata al Governo per il 2016 non pare risolutiva della confusione fomentata dalla prima.

Sebbene la speranza di avere presto i provvedimenti di riordino dell'offerta dei giochi sia sempre viva, le difficoltà degli operatori di mantenere aperte le loro aziende continuano ad essere reale sintomo di un grave momento di crisi che il mondo politico non riesce a fronteggiare.

Intanto, mentre da un lato si offre una spalla ai no slot dall'altra si sostiene un progetto che garantirebbe nel 2016 allo Stato circa 1.100 milioni di incasso.

Tale risultato si raggiungerebbe per il tramite dell'applicazione delle aliquote PREU del 15% e del 5,5% oltre lo 0,3% del canone di concessione rispettivamente sugli apparecchi Newslot e Video Lotteries Terminal.

L'introito che lo Stato si garantirebbe sarebbe pari a circa 600 milioni di euro complessivi di cui 500 milioni derivanti dagli operatori con Newslot e 100 milioni dai gestori di Video Lotteries.

Oltre alla leva fiscale, la legge delega continua a non prevedere nulla in ordine al riconoscimento professionale dei centro trasmissione dati che svolgono attività di intermediazione nella raccolta di scommesse che intanto continua a configurare reato penalmente rilevante.


Puoi vedere anche:


Condividi

Sostieni ACOGI Onlus

Mondo Acogi

Contatti

ACOGI Onlus
Via Giacomo Matteotti, 95 - 70032 Bitonto (BA)

Tel./Fax: (+39) 080 3741336

Email informazioni: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.
Email Ufficio Stampa: Abilita JavaScript per visualizzare il contenuto protetto.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere novità e aggiornamenti da ACOGI.


© 2014 - 2020 ACOGI Onlus | P. Iva 90051490093 - Privacy Policy - Credits