15 Gen 2019 | News

Nuovo report della National crime agency (Nca).Tra le attività sospette c’è anche il gioco

Nuovo report della National crime agency (Nca), l’agenzia di contrasto al crimine organizzato del Regno Unito. Tra le attività sospette rilevate fra aprile 2017 e marzo 2018 c’è anche il gioco.

Il rapporto mostra le statistiche di segnalazione dei Sar (Suspicious Activity Reports) in vari rami. Per quanto riguarda il gaming, un certo numero di Sar si riferiva a una quantità significativa di trasferimenti dentro e fuori da un unico conto di gioco e il sospetto su crediti fraudolenti. Il soggetto intestatario dopo attenti controlli ha ricevuto una condanna di reclusione per aver dichiarato il falso; inoltre, si è scoperto che i suoi atti criminali gli hanno fruttato quasi 1 milione di sterline. Le Sar hanno svolto un ruolo significativo nelle indagini, identificando i conti bancari che facevano parte sia dell’investigazione criminale sia della successiva confisca.

Dalla lettura della relazione della National Crime Agency emerge che nel periodo compreso fra aprile 2017 e marzo 2018 il gaming (inclusi i casino) e l’intrattenimento (comprese alcune attività escluse dalla Regolamentazione sul riciclaggio di denaro)hanno prodotto un volume pari a 2.154, pari al 0,46 percento del totale, ma in aumento del 50,63 percento rispetto all’anno precedente.

Scendendo ancora di più nel dettaglio, per i bookmaker i Sar hanno raggiunto quota 872 pari al 23,14 percento, con una flessione del 20,80 percento rispetto al 2016-2017, mentre per lo spread betting il volume è di 742 (19,69 percento del totale del gaming), in crescita del 32,50 percento in riferimento a 12 mesi.

Queste due voci, insieme al gaming/leisure toccano volumi di 3.768 e in questo caso l”aumento rispetto all’anno passato è del 21.90 percento.

D. pellegrino